Tariffe postali agevolate per il non profit: ora è legge

2

Come già scrissi, forse è la volta buona, ma bisogna dirlo piano piano, perché parlarne sembra che porti male.

Tariffe postali agevolate: all’art 21, c 3 della legge di conversione del DL 216/11 (in corso di pubblicazione in GU) si legge

«3. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al termine di cui al comma 2, le tariffe per la spedizione postale individuate con decreto del Ministro dello sviluppo economico 21 ottobre 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2010, si applicano anche alle spedizioni di prodotti editoriali da parte delle associazioni e organizzazioni senza fini di lucro iscritte nel Registro degli operatori di comunicazione (ROC) individuate dall’articolo 1, comma 3, del decreto-legge 24 dicembre 2003, n. 353, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2004, n. 46, e successive modificazioni, e delle associazioni d’arma e combattentistiche. In tal caso si prescinde dal possesso del requisito di cui all’articolo 2, comma 1, lettera b), del citato decreto-legge n. 353 del 2003, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 46 del 2004. Dall’attuazione del presente comma non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica»

Cosa vuol dire?

Le pubblicazioni del non profit – per le organizzazioni iscritte al ROC Registro degli operatori della comunicazione – possono essere mandate alle stesse tariffe delle aziende for profit (troppa grazia), con considerevoli risparmi.

Sentito un esperto del settore, mi ha riferito di una tariffa applicabile pari a € 0,1136, rispetto a quella piena di 0,28 e rotti; egli mi parlava di invii maggiori a 20.000 pezzi.

Credo peraltro che queste tariffe siano applicabili anche al mailing che contenga la promessa di abbonare al periodico gli eventuali sostenitori.

Più in là non mi so spingere.

Qui il paginone dell’Agcom sul ROC (come iscriversi ecc)

Seguendo questo link, trovate il testo del decreto citato nel DL e le tabelle allegate.

Carlo Mazzini

Related Posts with Thumbnails
Share.

About Author

2 commenti

  1. Io le poste ormai le ho eliminate. Consiglio un corriere privato, come spedirecomodo, che offre ottimi rapporti qualità/prezzo ed evita tutte queste preoccupazioni.

    • Stessa cosa vale per me! Ho sentito molto parlare di spedirecomodo e l’ho provato anch’io…mi ci sono trovata veramente bene!

Leave A Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza cookie per funzioni proprie. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo Per maggiori informazioni vai in fondo alla pagina e clicca su "Privacy Policy"

Vai in fondo alla pagina e clicca su "Privacy Policy" - Per contattarci su questioni "Privacy" scrivi a "studiouno (chiocciola) quinonprofit.it"

Chiudi